PRENOTA ORA

Eventi in Corso

Gli altri Hotel del Gruppo

L'HOTEL VITTORIA


  • Situato nel centro di Brescia, accanto al Duomo Nuovo e a 200 metri dalla stazione della metropolitana Vittoria, l'elegante Hotel Vittoria sfoggia uno Stile Liberty e offre l'accesso alla zona a traffico limitato e sistemazioni con la connessione internet gratuita. Impreziosito da una splendida hall con colonne in marmo e lampadari pendenti in vetro di murano, il Vittoria Hotel propone camere climatizzate dotate di minibar e TV satellitare. Il ristorante serve un delizioso mix di cucina italiana e internazionale, mentre il piano bar rappresenta la cornice ideale dove sorseggiare un drink. Provvisto di un piccolo parcheggio gratuito, il Vittoria sorge a 200 metri dal Teatro Grande e a circa 5 minuti a piedi dal Museo di Santa Giulia.

    Dintorni dell'Hotel Vittoria


    La Città


    Venite a conoscere Brescia: una città racchiusa tra il lago d'Iseo e quello di Garda, tra le Alpi e la Pianura Padana, tutta da scoprire. “Fidelis Brixia, fidei et iustitiae”: così scrissero i Veneziani nel XV secolo sullo stemma della città. “Brescia la ferrea, Brescia la forte, Brescia Leonessa d'Italia”: citava Carducci in una sua famosa Ode. Una città dalle molte identità: la città del lavoro, delle professioni e dell'impresa, la città del commercio e dei servizi, ma anche la città della scuola, dell'università, della musica, del teatro, dello spettacolo e delle manifestazioni sportive. Una città d'arte e della cultura, ricchissimo scrigno di un patrimonio storico-artistico che la inserisce a pieno titolo nel novero delle città storiche italiane e del mondo, grazie al riconoscimento Unesco che ha inserito l’area monumentale di Santa Giulia-San Salvatore e del Tempio Capitolino nella Lista del Patrimonio Mondiale. Le piazze, il Castello, i musei, le chiese consentono un primo approccio di conoscenza. Mettetevi in cammino, alzate lo sguardo, lasciatevi trasportare e Brescia riuscirà a sorprendervi.

    Il Lago di Garda


    Il più grande lago italiano, col suo clima favorevole richiama oggi un grande afflusso turistico. Migliaia di anni fa, sempre grazie al clima, sulle sue rive e tra le colline moreniche trovò dimora l'uomo preistorico. Anche i romani trovarono ideale l'ambiente del lago: eccellenti testimonianze si trovano nelle ville romane di Desenzano, in quella di Sirmione, chiamata per tradizione Grotte di Catullo e in quella di Toscolano. Tra Otto e Novecento, il Benàco divenne luogo ambito di residenza di personaggi importanti. Tra gli altri il poeta Gabriele D'Annunzio, che a Gardone Riviera volle fare la propria casa e allo stesso tempo un monumento, il Vittoriale degli Italiani, alle audaci imprese italiche e il senatore Ugo Da Como, che a Lonato fece ristrutturare la Casa del Podestà, il palazzo che dal XV secolo ospitava i rettori veneziani e la destinò a museo. Sul Garda si affacciano tre Regioni con diverse peculiarità, paesaggistiche e culturali, e tutto questo influenza anche la cucina locale e le tradizioni enogastronomiche. Altro... L’elemento più tipico e caratteristico è l’olio extra vergine d’oliva, rinomato per leggerezza e delicatezza, che si sposa sia con il pesce della cucina lacustre, sia con i piatti di carne e la polenta della tradizione contadina. L’alto Garda presenta l’insolito spettacolo dei giardini di limoni, o limonaie. In nessun’altra parte del mondo esistono "serre" simili, che consentono questa preziosa coltivazione. Anche gli agrumi rappresentano un importante ingrediente per la preparazione di numerosi prodotti tipici. Ottimo abbinamento con ogni pietanza è l’eccellente vino prodotto nelle diverse zone vinicole. Sono diversi gli itinerari che si snodano attraverso le zone di produzione del vino e che conducono in un viaggio alla scoperta dei sapori e dei profumi del territorio.

    Franciacorta e Lago D'Iseo


    Un susseguirsi di colline costellate da castelli e nobili dimore: il nome risale al Medioevo e ricorda le esenzioni fiscali che favorivano le “curtes franchae”, ovvero libere da imposta, della zona. Famosa la vocazione vitivinicola: la qualità delle uve è tale da giustificare produzioni di assoluto pregio. Franciacorta è sinonimo di bollicine, cioè di spumante italiano, che ha portato la notorietà internazionale a questa zona e ha contribuito a farla diventare il luogo dei gourmand, interessati a visitare le singole cantine, a degustare e a conoscere i prodotti. Le colline digradano verso il lago che riflette nelle sue acque il verde delle Prealpi che lo circondano e di Monte Isola, l'isola lacustre più grande d'Europa che ne occupa il centro. Da sempre il Sebino attira da tutto il mondo scrittori e artisti, pensatori e turisti curiosi: un bacino incantevole e romantico, circondato da ulivi e castagni, incastonato come un gioiello fra i monti. Da non perdere è l’occasione di fare due passi nella riserva naturale delle Torbiere o attraverso la rete di sentieri che circonda l’intero bacino, per entrare in contatto diretto con un territorio straordinario.

    Le Valli


    Tre le valli che solcano la provincia di Brescia. La Valcamonica narra il suo passato remoto attraverso le rocce sulle quali i Camuni hanno inciso la loro storia quotidiana. Il Parco Nazionale delle incisioni rupestri di Capo di Ponte è stato uno dei primi siti Unesco d'Italia. La Valsabbia è fiancheggiata da un susseguirsi di verdi colline e di cime più o meno elevate, ma l'attenzione è riposta sul lago d'Idro, che propone tratti particolarmente suggestivi. Intermedia tra le precedenti è la Valtrompia, famosa fin dall'antichità per le numerose miniere di ferro, che hanno determinato nei secoli la vocazione economica della zona, favorendo il nascere nei forni fusori e nelle fucine, di un'importante produzione armiera.

    La Pianura


    Non potrà lasciare il visitatore indifferente grazie alla tipicità che la contraddistingue anche nei più piccoli particolari, visibili nelle architetture rurali, nei tesori custoditi e resi intriganti dalla presenza di antiche leggende e tradizioni. Il paesaggio è caratterizzato da campi ordinatamente coltivati, da strade immerse nel verde sulle quali nascono santelle e chiesette rurali, dove i nostri predecessori pregavano per un buon raccolto. Un territorio ricco della sua semplicità che conserva le tipiche cascine agricole insieme ad incantevoli dimore storiche, ville, chiese, castelli, cascine e palazzi, ma anche strutture museali, pinacoteche, biblioteche di notevole pregio. Un territorio reso fertile da risorgive e fontanili che rendono la nostra provincia una delle più agricole d'Italia.